I prismi nei binocoli, cosa sono e a che servono

Binocolo, monocolo o cannocchiale che sia, la ‘sete’ di osservazione contagia molti appassionati. Per poter vedere meglio un puntino lontano o un animale senza spaventarlo o farsi notare, si ha bisogno di questo accessorio che vanta una storia secolare, disponibile in molte tipologie differenti anche nel prezzo sul mercato, da poche decine a svariate centinaia di euro. I binocoli di ultima generazione adottano due tipologie di schemi ottici, essendo provvisti di prismi vocati all’inversione dell’immagine, di cui due riflettono la cosiddetta configurazione di Porro, dal nome dell’ingegnere che li ha scoperti, mentre gli altri utilizzano due prismi a tetto. Che differenza c’è fra i due?

Il primo tipo permette una visualizzazione più tridimensionale dei campioni oggetto di osservazione anche se lontanissimi. Per quanto riguarda i prisma a tetto sono più compatti e percepiscono maggiormente la profondità del soggetto osservato, inoltre rispetto ai primi sono più economici. In altri termini, i due tipi di prismi sono diversi per struttura e numero di rifrazioni: mentre i prismi di Porro ingombrano di più pur effettuando meno rifrazioni, gli altri a tetto (cosiddetti per la loro forma) sono più compatti pur effettuando delle rifrazioni in più, lo si vede dall’allineamento fra obiettivo e oculare, cosa che nei prismi di Porro non si verifica facilmente.

Per decifrare al meglio le specifiche dei vari binocoli, bisogna conoscere il significato di alcune sigle, numeri o acronimi riportati sui vari modelli. Se trovate scritto, ad esempio, 10×42 sta a significare che quel modello ingrandisce 10 volte l’oggetto osservato mediante obiettivi del diametro di 42 millimetri. Sempre sul binocolo si possono trovare simboli o cifre che rilevano i gradi dell’angolo del campo visivo, del tipo 150/1200, dove 150 sono i metri di larghezza visibili a distanza di 1200m, che uniti danno l’idea del perimetro del campo visivo. C’è da premettere che non tutti i binocoli sono uguali, pertanto per scegliere il binocolo più adatto ad ognuno bisognerà scremare la scelta, scartando quelli che non fanno al caso proprio. Ci sono binocoli da bird watching ed altri per osservazioni alternative, a ognuno il suo. Altre info sul tema in questa pagina sui migliori binocoli.